Trading CFD, la differenza tra i CFD e il Forex Trading

Molto spesso riceviamo molte domande di questo tipo, come: “Dove posso fare Trading?”, “Meglio il Trading CFD o Forex?”, “Qual è la differenza tra CFD e Forex?”.

Per aiutarti abbiamo deciso di di scrivere un articolo che contenga le informazioni più rilevanti che devi sapere per iniziare a fare Trading online sia su CFD che su Forex.

Presumiamo che tu abbia sentito anche il termine forex oltre al termine CFD, ma oggi sinceramente preferiamo soffermarci su una delle discipline più apprezzate del trading online, stiamo parlando proprio del trading CFD.

Esamineremo quindi cosa significa nello specifico e quali opportunità offre il Trading CFD.

Questo articolo è dedicato principalmente ai principianti, per cui non temere, cercheremo di spiegarvi tutto al meglio e non avrete bisogno di alcuna conoscenza precedente per comprendere al meglio il trading CFD.

Vediamo subito cosa sono i CFD

CFD è l’acronimo di contracts for difference, in Italiano, contratti per differenza. È uno strumento considerato derivato, il cui valore o rendimento dipende dai suoi sottostanti “strumenti” o “asset“.

Praticamente le prestazioni di un determinato CFD sul FTSE MIB, dipenderanno sempre dalle prestazioni dello stesso indice di borsa FTSE MIB.

E’ sicuramente considerato una delle modalità più pratica per fare trading al giorno d’oggi ed è nato tantissimi anni fa in Inghilterra.
Nasceva in questo modo: per un determinato titolo veniva pagata una porzione del prezzo autentico, ma il prezzo dell’investitore può essere completamente sottratto.

Il trading CFD è diventato sempre più importante negli ultimi anni perché è possibile applicarlo ai propri investimenti anche online.

Considerate sempre che i CFD sono principalmente usati perché consentono grandi speculazioni a prezzi veramente bassi. Infatti bastano pochi soldi per iniziare le negoziazioni con i CFD e sono davvero facili da comprendere grazie al loro semplice principio di funzionamento.

Oggi come oggi le barriere per l’accesso al trading CFD sono più basse per i trader rispetto a qualsiasi altro investimento nei mercati finanziari.

I broker CFD che mettono a disposizione gratis le piattaforme per fare trading CFD sono molti e offrono la possibilità di aprire conti a partire da un deposito minimo di pochi euro, di solito la maggior parte delle piattaforme partono tutte da 100 euro circa.

Quasi tutti offrono una soluzione completa per il trading anche per chi sta iniziando da poco, permettendo di consultare grafici e strumenti di analisi e sistemi di trading disponibili per imparare nuove strategie.

Con il Trading CFD è possibile fare grandi investimenti con pochi soldi, questo perché entra in gioco anche uno degli strumenti più apprezzati dai trader, la leva finanziaria.

Questo strumento consente infatti di investire delle cifre più grandi rispetto a quelle che si hanno realmente a disposizione. Infatti avendo a disposizione 100€ è possibile muovere sul mercato fino a 1000€ ipotizzando che la leva finanziaria offerta dal broker sia equivalente a 10x.

Vi ricordiamo che anche piccoli movimenti di prezzo consentono dei profitti molti interessanti.

Con un CFD gli investitori possono accedere ai grafici anche utilizzando una leva finanziaria praticamente nulla 1:1 sull’andamento del prezzo di indici, materie prime, valute, azioni, criptovalute ecc.

Ma consigliamo sicuramente di provare pian piano anche una leva finanziaria 1:10 quando si prende più dimestichezza con il Trading CFD.

Vi ricordiamo che un trader può idealmente ottenere un rendimento superiore rispetto a un investimento tradizionale comprando le azioni in banca.

Questo perché il Trading è basato sulla compravendita di asset finanziari e per vendere non occorre possedere realmente l’azione, l’indice o la criptovaluta che si decide di vendere.

L’ultimo motivo per cui il Trading CFD è fra i generi di Trading online più apprezzati è che i CFD nascono per i singoli investitori privati, ciò significa che ogni trader può trovare un broker adatto alle sue principali esigenze.

E’ vero le negoziazioni sui CFD avvengono fuori dalla borsa, ma potete star certi che i CFD non sono affatto immuni dalle regolamentazioni. Ogni broker che offre i CFD, in modo serio, ha al suo interno delle regolamentazioni specifiche delle CySEC, FCA e dalla CONSOB.

I broker sono controllati da regolatori finanziari ed è importante usare un broker che abbia al suo interno almeno una delle regolamentazioni che vi abbiamo citato.

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto